Dal 16 settembre riprendono le procedure di trasmigrazione nel registro unico Terzo settore

31 / 08 / 2022

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali definisce le tempistiche per la verifica dei requisiti per le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale coinvolte nel passaggio dopo la sospensione dal 1° luglio 2022 al 15 settembre 2022 prevista nel decreto Semplificazioni

La verifica dei procedimenti di trasmigrazione di organizzazioni di volontariato (Odv) e associazioni di promozione sociale (Aps) nel registro unico nazionale del Terzo settore (Runts) riprenderà dal prossimo 16 settembre. Le nuove tempistiche sono diretta conseguenza della sospensione per il periodo dal 1° luglio 2022 al 15 settembre 2022 dei termini dei procedimenti di verifica della sussistenza dei requisiti necessari per l’iscrizione nel Runts prevista dal decreto Semplificazioni (art. 25-bis del dl n. 73 del 21 giugno 2022), convertito lo scorso 4 agosto con la legge 122.

La verifica della sussistenza dei requisiti per gli oltre 65mila enti tra Odv e Aps è iniziata lo scorso 22 febbraio 2022 per una durata di 180 giorni. In una comunicazione, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha specificato che il computo dei termini si blocca il 30 giugno e riprende a partire dal 16 settembre, in particolare per i casi di:

  • Procedimento pendente senza che sia stata formulata alcuna richiesta istruttoria da parte dell’ufficio del Runts al 30 giugno;
  • Procedimento con formulazione di richieste istruttorie da parte degli uffici del Runts e per gli enti destinatari di tali richieste al 30 giugno;
  • Richieste istruttorieformulate dagli uffici del Runts nel periodo 1° luglio 2022-15 settembre 2022.

È comunque fatta salva la facoltà per l’ente di fornire i riscontri o gli elementi richiesti durante il periodo di sospensione legislativa, senza effetti su quest’ultima.

Si ricorda, inoltre, che grazie al decreto Semplificazioni, fino al 31 dicembre 2022 le Odv, le Aps e le Onlus iscritte nei registri regionali o provinciali possono ricorrere alle modalità e alle maggioranze previste per le deliberazioni dell’assemblea ordinaria per adeguare i propri statuti al codice del Terzo settore.

Fonte: Cantiere Terzo Settore

Ultime notizie

IL VOLONTARIATO CASERTANO: CARATTERISTICHE E SPECIFICITÀ

“Il Volontariato Casertano: caratteristiche e specificità” è una ricerca promossa dal CSV ASSO.VO.CE. ETS per costruire una fotografia aggiornata del Volontariato casertano, alla luce delle trasformazioni in atto (dalla Riforma del Terzo Settore all’operatività del...

BENI CONFISCATI E BENI COMUNI: ONLINE L’AGGIORNAMENTO DATI 2024

Anche nel 2024 il CSV ASSO.VO.CE. ETS ha rinnovato il proprio impegno Il CSV ASSO.VO.CE. ETS rinnova il proprio impegno sul tema dei beni comuni e dei beni confiscati. È online sul sito del Centro di Servizio per il volontariato della provincia di Caserta...

PROGETTI DI ADOZIONE SOCIALE PER LE VITTIME DI USURA

La Direzione Generale 6009 - Ufficio per il federalismo e dei sistemi territoriali e della sicurezza integrata della Regione Campania, ha approvato una nuova procedura telematica per presentare la proposta progettuale per l’Avviso Pubblico “Progetti di Adozione...

Skip to content