Beni confiscati, pubblicato l’Avviso pubblico a favore dei comuni.

05 / 12 / 2023

La Regione Campania prosegue il suo impegno per il riutilizzo dei beni confiscati, concretizzando le previsioni della Legge regionale n. 7/2012. Come previsto dal Programma annuale per la valorizzazione dei patrimoni sottratti ai clan, è stato pubblicato sul BURC n. 86 del 4 dicembre 2023, l’Avviso pubblico a favore dei Comuni per il finanziamento di progetti di riutilizzo di beni confiscati e supporto alla gestione. Il Decreto è stato approvato, con decreto dirigenziale n.  55 del 29/11/2023 della UOD 06 “Sicurezza e Legalità” – Ufficio per il Federalismo e dei Servizi Territoriali e della Sicurezza Integrata,

Potranno presentare istanza di partecipazione i Comuni della Regione Campania, al cui patrimonio indisponibile siano stati trasferiti beni immobili confiscati alla criminalità organizzata, da destinare ai soggetti individuati ai sensi dell’art. 48 comma 3 lettera c) e d) del D. Lgs 159/2011. Ogni soggetto proponente potrà presentare una sola proposta progettuale anche riguardante più beni confiscati.

Saranno sostenute progettazioni inerenti a interventi su beni immobili confiscati non assegnati al momento della pubblicazione dell’Avviso sul BURC, che prevedano, contestualmente, la ristrutturazione del bene immobile e le azioni di gestione dello stesso bene. Gli interventi devono essere volti a soddisfare, mediante soluzioni innovative, i fabbisogni rilevati dalla comunità locale finalizzati all’inclusione sociale, all’occupazione, allo sviluppo locale, ai servizi di welfare. Il contributo massimo per ciascuna proposta progettuale è di 360.000,00 € (di cui, massimo 300.000,00 € per gli interventi per la ristrutturazione e l’arredo e massimo 60.000,00 € per supportare le attività di gestione del bene).

Per essere ammissibili le progettazioni inoltrate dai comuni dovranno essere il frutto di una documentata attività di consultazione / co-progettazione della durata di almeno due mesi.

Le candidature devono pervenire entro e non oltre le ore 23,59 del 30 maggio 2024 all’indirizzo di posta elettronica certificata beniconfiscati@pec.regione.campania.it  

Per informazioni e/o chiarimenti è possibile inviare quesiti fino al 25 maggio 2024 tramite posta elettronica all’indirizzo PEC beniconfiscati@pec.regione.campania.it

Ultime notizie

GenerAZIONI FRUTTUOSE: Evento finale il 17 giugno a Casapesenna

CASAPESENNA - Lunedì 17 giugno alle ore 15.30, evento di chiusura del Progetto GenerAZIONI FRUTTUOSE. Centro Servizi Intergenerazionale sostenuto da Fondazione con il Sud e Fondazione Peppino Vismara nell'ambito del Bando Beni confiscati alle Mafie 2019. L’iniziativa...

Skip to content